• Quelli dell'AVC

"In fondo al cassetto: storie di sogni e di coraggio"


11 sedie parlanti

22 occhi da fissare

X infiniti ascoltator i seriali

Il risultato è la mostra crossmediale dal titolo

"In fondo al cassetto: storie di sogni e di coraggio"

Permette allo spettatore di fare un'esperienza immersiva attraverso il coinvolgimento uditivo, ascoltando privatamente in cuffia 11 storie di ragazze adolescenti e giovani donne; e visivo, guardandole una ad una negli occhi impressi su una fotografia. Veicolano messaggi: -La sedia, simbolo della Scuola Popolare dove nasce il Laboratorio di Scrittura Creativa -Il cuore pulsante in tessuto Wax, richiamo ai turbanti che incoronano il capo delle partecipanti a cui è stato donato un messaggio nascosto "da donna a donna" -Il quadrotto di lana, per ricordare che la violenza di genere è fatto da combattere quotidianamente (le coperte delle donne CA.DO.M) - L'oggetto personale, che appartiene e dimostra il legame con il mondo reale Il Laboratorio di Scrittura Creativa (5 incontri da 1,5 h) é progettato e condotto dall' educ-attrice Alessandra Bulzomí e coglie l'urgenza di dar voce a chi dall' ultimo banco ascolta ma non parla, ma quando lo fa lascia l'ascoltatore senza parole. Attraverso stimoli differenti ad ogni incontro è stato raccolto un collage di frammenti espressivi a cui si è dato forma e coerenza. Un manifesto creato a tutte mani mostra come sentimenti ed emozioni trovano la via all'espressione quando anche urlare sarebbe troppo: parole ed immagini sussurrano all'orecchio così forte che "in fondo al cassetto" rimane solo una domanda: vogliamo rimanere ancora sordi?


I testi sono originali a cura del gruppo "Le ragazze del Carrobiolo" Info e prenotazioni scuola popolare.avita@gmail.com



11 sedie parlanti 22 occhi da fissare X infiniti ascoltatori seriali Il risultato è La mos
.
Download • 1.30MB